Gaeta-Melchionna, è divorzio

Inviato da operatore il Gio, 22/06/2017 - 20:52

Cinque anni di belle emozioni ma anche di sofferenze, di dolore, non si possono riassumere in poche righe. Ma io per questi cinque anni trascorsi con la Polisportiva Gaeta posso solo dire Grazie, in maniera spontanea, sincera, affettuosa. Grazie a tutti i dirigenti ed ai Presidenti che si sono avvicendati, ma soprattutto al Presidente Belalba, persona che niente a che fare con questo mondo per la sua onesta’ e trasparenza . Ha saputo sempre dimostrare nei miei confronti grande fiducia, anche nei momenti più difficili. Grazie a sua moglie, la signora Anna, per la sua pazienza e la straordinaria vitalità, sempre presente e prodiga di consigli e con cui il rapporto è stato sempre di grande rispetto. Grazie a sua figlia Vicky, persona di grande sensibilità, capace a gestire qualsiasi momento di sconforto e difficoltà, facendoci capire che anche dopo una tempesta, attraverso il sacrificio ed il lavoro può arrivare il sereno. Grazie al Direttore Mazzara, con cui ho vissuto in tutti questi anni notti insonni, a parlare di calcio, e che mi ha sorpreso per la grande competenza. Nei miei vent’anni di attività professionale ho lavorato con diversi direttori importanti , pensando di aver recepito ogni insegnamento necessario ma devo riconoscere che anche da lui ho imparato tanto. A livello umano poi, lo porterò sempre nel cuore per tutto ciò che mi ha trasmesso. Per me è e restera un terzo fratello. E tra I Direttori come non rivolgere un pensiero affettuoso al compianto Antonio Fragasso, che al di là dell’ attività professionale, si era legato con il cuore al Gaeta. Grazie a Roberto, segretario generale e addetto stampa, sempre pronto ad esaudire ogni mia richiesta con professionalità e serietà rare in queste categorie. Per le sue capacità merita sicuramente palcoscenici importanti. Grazie ai miei collaboratori di ieri (Antonucci in particolare) e di oggi, sopratutto Vittorio Mollo e Andrea Miccolo, che mi sono stati sempre vicino e mi hanno supportato e sopportato nei momenti di difficoltà, magari offrendomi un sostegno superiore a quello che avrei meritato.  Grazie a tutti i giocatori che ho allenato e che hanno indossato la storica maglia biancorossa in questi anni. Grazie ai magazzinieri, ai custodi dell’ impianto sportivo, alle Forze dell’ Ordine, insomma a tutte quelle figure che hanno fornito un contributo importante al mio lavoro a Gaeta. Grazie ai giornalisti, con cui molte volte il rapporto non è stato idilliaco, ma devo riconoscere che anche grazie a loro oggi sono cresciuto a livello professionale. Grazie alla Amministrazione Comunale di Gaeta, con a capo il primo cittadino Sig. Cosmo Mitrano , con il quale c’e’ sempre stato un rapporto di grande rispetto e che ad onore del vero si è sempre prodigato con tempestività a risolvere le varie problematiche, in primis garantendoci la possibilità di giocare in un grande stadi , quello che la città merita.